Roger Fry, il cantiere di Assisi e la "questione giottesca"