I primi editori dei Ricordi di Francesco Guicciardini e la tradizione aristotelica