Il contributo al volume curato da Koziol e Schulze si occupa della questione della responsabilità extracontrattuale della Comunità europea. Il tema è collegato a quello più ampio della responsabilità delle organizzazioni internazionali, ma assume connotazioni proprie nel sistema comunitario, alla luce del fatto che tutti e tre i Trattati fondativi delle Comunità europee contengono delle norme specifiche riguardanti la responsabilità per danno, che attribuiscono la competenza giurisdizionale al Tribunale e alla Corte di giustizia. Il regime della responsabilità civile a livello comunitario costituisce un tassello importante del sistema di protezione giurisdizionale dei diritti, ed è frutto di una lunga e complessa evoluzione giurisprudenziale, che ne ha stabilito presupposti e contenuto a partire dallo studio comparato dei regimi nazionali. Fra gli elementi più importanti vi sono la definizione del rapporto fra giudice comunitario e giudice nazionale ai fini della competenza, il nesso di causalità, il requisito della colpa in caso di atti legislativi. Lo studio della giurisprudenza comunitaria evidenzia un approccio cauto, che mira a garantire un adeguato livello di tutela individuale, ma allo stesso tempo evitare di interferire in modo indebito ed eccessivo con l’attività istituzionale e normativa delle istituzioni europee. Si tratta di un equilibrio complesso e difficile, che spesso viene risolto a favore dell’azione delle istituzioni. Il lavoro analizza anche il rapporto fra la responsabilità per danni delle istituzioni ed il regime della responsabilità per danni degli Stati membri per l’inadempimento di obblighi comunitari fondamentali, che si muove su presupposti analoghi, ma mostra alcune importanti divergenze. Infine, il lavoro evidenzia anche le variazioni che interverrebbero sul regime di responsabilità per danni delle istituzioni comunitarie con l’entrata in vigore della Costituzione europea e la conseguente vincolatività della Carta dei diritti fondamentali, che modificherebbero la tipologia degli atti e il regime della legittimazione ad agire delle persone fisiche e giuridiche.

Community liability

Antoniolli, Luisa
2008

Abstract

Il contributo al volume curato da Koziol e Schulze si occupa della questione della responsabilità extracontrattuale della Comunità europea. Il tema è collegato a quello più ampio della responsabilità delle organizzazioni internazionali, ma assume connotazioni proprie nel sistema comunitario, alla luce del fatto che tutti e tre i Trattati fondativi delle Comunità europee contengono delle norme specifiche riguardanti la responsabilità per danno, che attribuiscono la competenza giurisdizionale al Tribunale e alla Corte di giustizia. Il regime della responsabilità civile a livello comunitario costituisce un tassello importante del sistema di protezione giurisdizionale dei diritti, ed è frutto di una lunga e complessa evoluzione giurisprudenziale, che ne ha stabilito presupposti e contenuto a partire dallo studio comparato dei regimi nazionali. Fra gli elementi più importanti vi sono la definizione del rapporto fra giudice comunitario e giudice nazionale ai fini della competenza, il nesso di causalità, il requisito della colpa in caso di atti legislativi. Lo studio della giurisprudenza comunitaria evidenzia un approccio cauto, che mira a garantire un adeguato livello di tutela individuale, ma allo stesso tempo evitare di interferire in modo indebito ed eccessivo con l’attività istituzionale e normativa delle istituzioni europee. Si tratta di un equilibrio complesso e difficile, che spesso viene risolto a favore dell’azione delle istituzioni. Il lavoro analizza anche il rapporto fra la responsabilità per danni delle istituzioni ed il regime della responsabilità per danni degli Stati membri per l’inadempimento di obblighi comunitari fondamentali, che si muove su presupposti analoghi, ma mostra alcune importanti divergenze. Infine, il lavoro evidenzia anche le variazioni che interverrebbero sul regime di responsabilità per danni delle istituzioni comunitarie con l’entrata in vigore della Costituzione europea e la conseguente vincolatività della Carta dei diritti fondamentali, che modificherebbero la tipologia degli atti e il regime della legittimazione ad agire delle persone fisiche e giuridiche.
Tort law of the European community
Wien; New York, N.Y.
Springer
9783211775851
Antoniolli, Luisa
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11572/62906
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact