'Per amore della libertà': lo Stato moderno e la coscienza