Demanio civico e fonti regoliere: il caso di Bosentino in Valsugana