Il saggio introduce il volume illustrando le basi metodologiche e scientifiche del lavoro collettaneo sviluppato ad esito di un’esperienza pluriennale di ricerca sui temi del dialogo tra le corti e della tutela effettiva dei diritti riconosciuti in ambito europeo. Muovendo dalle radici costituzionali del principio di effettività in ambito interno ed europeo, l'analisi si concentra sul ruolo del diritto fondamentale al ricorso effettivo davanti a un giudice imparziale, quale riconosciuto dall'art. 47 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, nel dialogo tra corti nazionali e Corte di giustizia. In questo ambito si esplorano alcune questioni trasversali, riconducibili in estrema sintesi a quattro ordini di problemi: i) quale sia la portata del principio di effettività in un sistema di tutele multilivello, che sempre più includono forme e procedure di natura non giurisdizionale (amministrativa o volontaria) e se dunque il principio di effettività, testualmente riferito nella Carta e nelle norme del Trattato alla tutela giurisdizionale, debba ormai estendersi a tali forme; ii) come il principio di effettività stia trasformando il ruolo del giudice con particolare riguardo all’ampliamento dei poteri officiosi e dei doveri di cooperazione nel processo, con implicazioni almeno potenzialmente rilevanti anche sul fronte della responsabilità; iii) se e quale relazione esista tra effettività della tutela, intesa nella specifica accezione del diritto a un rimedio effettivo, e altri principi inerenti alla tutela, in particolare quelli di proporzionalità e dissuasività delle misure di protezione o sanzione; iv) se, proprio perché sviluppatosi in ben delimitate aree di competenza del diritto europeo, il principio di effettività debba conoscere applicazioni settoriali immuni da interferenze tra settori o se esso abbia tratti estendibili a più aree del diritto europeo (es. diritto dei consumatori, diritto del lavoro, protezione dei dati personali).

Effettività delle tutele e diritto europeo: il ruolo del giudice nel prisma della Carta dei diritti fondamentali / Iamiceli, Paola. - (2020), pp. 1-48. [10.15168/11572_299023]

Effettività delle tutele e diritto europeo: il ruolo del giudice nel prisma della Carta dei diritti fondamentali

Iamiceli, Paola
2020

Abstract

Il saggio introduce il volume illustrando le basi metodologiche e scientifiche del lavoro collettaneo sviluppato ad esito di un’esperienza pluriennale di ricerca sui temi del dialogo tra le corti e della tutela effettiva dei diritti riconosciuti in ambito europeo. Muovendo dalle radici costituzionali del principio di effettività in ambito interno ed europeo, l'analisi si concentra sul ruolo del diritto fondamentale al ricorso effettivo davanti a un giudice imparziale, quale riconosciuto dall'art. 47 della Carta dei diritti fondamentali dell'Unione europea, nel dialogo tra corti nazionali e Corte di giustizia. In questo ambito si esplorano alcune questioni trasversali, riconducibili in estrema sintesi a quattro ordini di problemi: i) quale sia la portata del principio di effettività in un sistema di tutele multilivello, che sempre più includono forme e procedure di natura non giurisdizionale (amministrativa o volontaria) e se dunque il principio di effettività, testualmente riferito nella Carta e nelle norme del Trattato alla tutela giurisdizionale, debba ormai estendersi a tali forme; ii) come il principio di effettività stia trasformando il ruolo del giudice con particolare riguardo all’ampliamento dei poteri officiosi e dei doveri di cooperazione nel processo, con implicazioni almeno potenzialmente rilevanti anche sul fronte della responsabilità; iii) se e quale relazione esista tra effettività della tutela, intesa nella specifica accezione del diritto a un rimedio effettivo, e altri principi inerenti alla tutela, in particolare quelli di proporzionalità e dissuasività delle misure di protezione o sanzione; iv) se, proprio perché sviluppatosi in ben delimitate aree di competenza del diritto europeo, il principio di effettività debba conoscere applicazioni settoriali immuni da interferenze tra settori o se esso abbia tratti estendibili a più aree del diritto europeo (es. diritto dei consumatori, diritto del lavoro, protezione dei dati personali).
Effettività delle tutele e diritto europeo: un percorso di ricerca per e con la formazione giudiziaria
Trento
Università degli Studi di Trento
978-88-8443-926-0
Iamiceli, Paola
Effettività delle tutele e diritto europeo: il ruolo del giudice nel prisma della Carta dei diritti fondamentali / Iamiceli, Paola. - (2020), pp. 1-48. [10.15168/11572_299023]
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Effettività e diritto europeo 2020 (Iamiceli pp 1-48).pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (Publisher’s layout)
Licenza: Creative commons
Dimensione 2.95 MB
Formato Adobe PDF
2.95 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11572/299023
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact