Alle origini del purismo islandese: Il caso dei testi religiosi