La campionatura selezionata di manufatti e frammenti, denominati genericamente ML (Marine Litter), è stata utilizzata per la valutazione comparata del progressivo degrado a seguito di intensiva esposizione alle condizioni di invecchiamento in ambiente marino (environmental marine aging). L’effetto combinato di radiazione solare, acqua marina, stress micromeccanici ed altri fattori ha determinato infatti non soltanto la modifica chimica delle catene polimeriche, ma anche la progressiva riduzione dell’integrità fisica dei manufatti. Il presente contributo si presenta come indagine conoscitiva e divulgativa del problema relativo alla crescente diffusione delle plastiche in ambiente marino. Accanto alla analisi per il riconoscimento delle diverse tipologie di materie plastiche utilizzate nei vari manufatti e frammenti costituenti Marine Litter, si ritiene importante la caratterizzazione delle proprietà non soltanto per comprendere i meccanismi di trasformazione delle macroplastiche in microplastiche, ma anche per valutare se ed in quali condizioni ne è possibile il recupero e il riciclo La conoscenza dei prodotti e dei materiali potrà quindi essere utilizzabile per diffondere informazioni, anche ai fini di prevenire e/o ridurre l’impatto ambientale degli scarti plastici in ambiente marino, ad es. ottimizzando l’efficacia di filtri depuratori sulle acque di scarico, e soprattutto per stimolare la formazione delle coscienze dei singoli cittadini in particolare delle nuove generazioni.

Campionamento, riconoscimento e caratterizzazione di materiali plastici rinvenuti in litorali italiani / Lorenzi, Denis; Gavazza, Claudia; Ceccato, Riccardo; Fambri, Luca. - STAMPA. - 328:(2019), pp. 9-22. ((Intervento presentato al convegno Marine Litter: da emergenza ambientale a potenziale risorsa tenutosi a Roma nel 1 dicembre 2017.

Campionamento, riconoscimento e caratterizzazione di materiali plastici rinvenuti in litorali italiani

Lorenzi, Denis;Gavazza, Claudia;Ceccato, Riccardo;Fambri, Luca
2019

Abstract

La campionatura selezionata di manufatti e frammenti, denominati genericamente ML (Marine Litter), è stata utilizzata per la valutazione comparata del progressivo degrado a seguito di intensiva esposizione alle condizioni di invecchiamento in ambiente marino (environmental marine aging). L’effetto combinato di radiazione solare, acqua marina, stress micromeccanici ed altri fattori ha determinato infatti non soltanto la modifica chimica delle catene polimeriche, ma anche la progressiva riduzione dell’integrità fisica dei manufatti. Il presente contributo si presenta come indagine conoscitiva e divulgativa del problema relativo alla crescente diffusione delle plastiche in ambiente marino. Accanto alla analisi per il riconoscimento delle diverse tipologie di materie plastiche utilizzate nei vari manufatti e frammenti costituenti Marine Litter, si ritiene importante la caratterizzazione delle proprietà non soltanto per comprendere i meccanismi di trasformazione delle macroplastiche in microplastiche, ma anche per valutare se ed in quali condizioni ne è possibile il recupero e il riciclo La conoscenza dei prodotti e dei materiali potrà quindi essere utilizzabile per diffondere informazioni, anche ai fini di prevenire e/o ridurre l’impatto ambientale degli scarti plastici in ambiente marino, ad es. ottimizzando l’efficacia di filtri depuratori sulle acque di scarico, e soprattutto per stimolare la formazione delle coscienze dei singoli cittadini in particolare delle nuove generazioni.
Convegno: Marine Litter: da emergenza ambientale a potenziale risorsa
Roma
Bardi Edizioni (Editore Commerciale)
978-88-218-1183-8
Lorenzi, Denis; Gavazza, Claudia; Ceccato, Riccardo; Fambri, Luca
Campionamento, riconoscimento e caratterizzazione di materiali plastici rinvenuti in litorali italiani / Lorenzi, Denis; Gavazza, Claudia; Ceccato, Riccardo; Fambri, Luca. - STAMPA. - 328:(2019), pp. 9-22. ((Intervento presentato al convegno Marine Litter: da emergenza ambientale a potenziale risorsa tenutosi a Roma nel 1 dicembre 2017.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
02-Fambri et al (1) (1).pdf

Solo gestori archivio

Descrizione: articolo
Tipologia: Versione editoriale (Publisher’s layout)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 1.62 MB
Formato Adobe PDF
1.62 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11572/286222
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact