L'esodo dall'«Icheinsamkeit» e la «patria ritrovata»