I 'libri ad Vitellium' di Paolo: trattamento e inquadramento da parte dei compilatori