La ricerca dell’Unità Locale di Trento Smart Re-cycle. Strategie di riciclo per le architetture e la città distesa affronta il ripensamento di materiali e di spazi in cui la contemporaneità mostra chiari segni di crisi, riconsiderando la questione del consumo di risorse per una trasformazione ecologicamente orientata. I tre saggi raccolti costituiscono singoli approfondimenti del re-cycle sviluppati a partire dagli interessi delle varie discipline coinvolte. Il primo affronta la tematica del re–cycling partendo dagli esiti sedimentati dei progetti di dispersione insediativa e, insieme, sottolinea l’esigenza di dare un nuovo ruolo e una nuova immagine ai luoghi in crisi, con l’idea che il Piano debba portare all’integrazione fra processi insediativi e processi naturali, riconsiderando in questa chiave il tema del consumo del suolo. Il secondo approfondisce le strategie del progetto di re–cycle architettonico applicato a edifici e a tessuti insediativi del recente passato – in uso, sotto utilizzati o abbandonati – che si presentano come unità morfologicheindipendenti dotate di relazioni interne autonome solo debolmente legate alla città e caratterizzate dalla bassa qualità tecnologica dei manufatti e dalla bassa articolazione o intensità spaziale. Il terzo indaga le potenzialità e l’attualità del re-cycle tecnologico analizzando la normativa esistente, studiando metodi di valutazione degli effetti dei materiali sull’ambiente, individuando e sviluppando casi di studio caratteristici e specifici, e infine procedurando modalità produttive per intervenire nel recupero di costruzioni in quota a impatto quasi zero.

Recycle. Un’esperienza alla scala di territorio: il tratto della Valle dell'Adige a nord di Trento / Diamantini, C.; Cribari, V.; Staniscia, S.. - (2016), pp. 23-74.

Recycle. Un’esperienza alla scala di territorio: il tratto della Valle dell'Adige a nord di Trento

C. Diamantini;V. Cribari;S. Staniscia
2016

Abstract

La ricerca dell’Unità Locale di Trento Smart Re-cycle. Strategie di riciclo per le architetture e la città distesa affronta il ripensamento di materiali e di spazi in cui la contemporaneità mostra chiari segni di crisi, riconsiderando la questione del consumo di risorse per una trasformazione ecologicamente orientata. I tre saggi raccolti costituiscono singoli approfondimenti del re-cycle sviluppati a partire dagli interessi delle varie discipline coinvolte. Il primo affronta la tematica del re–cycling partendo dagli esiti sedimentati dei progetti di dispersione insediativa e, insieme, sottolinea l’esigenza di dare un nuovo ruolo e una nuova immagine ai luoghi in crisi, con l’idea che il Piano debba portare all’integrazione fra processi insediativi e processi naturali, riconsiderando in questa chiave il tema del consumo del suolo. Il secondo approfondisce le strategie del progetto di re–cycle architettonico applicato a edifici e a tessuti insediativi del recente passato – in uso, sotto utilizzati o abbandonati – che si presentano come unità morfologicheindipendenti dotate di relazioni interne autonome solo debolmente legate alla città e caratterizzate dalla bassa qualità tecnologica dei manufatti e dalla bassa articolazione o intensità spaziale. Il terzo indaga le potenzialità e l’attualità del re-cycle tecnologico analizzando la normativa esistente, studiando metodi di valutazione degli effetti dei materiali sull’ambiente, individuando e sviluppando casi di studio caratteristici e specifici, e infine procedurando modalità produttive per intervenire nel recupero di costruzioni in quota a impatto quasi zero.
Nuovi cicli di vita per architetture e infrastrutture del paesaggio trentino
Roma
Aracne editrice
9788854899063
Diamantini, C.; Cribari, V.; Staniscia, S.
Recycle. Un’esperienza alla scala di territorio: il tratto della Valle dell'Adige a nord di Trento / Diamantini, C.; Cribari, V.; Staniscia, S.. - (2016), pp. 23-74.
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Re-cycle.pdf

Solo gestori archivio

Tipologia: Versione editoriale (Publisher’s layout)
Licenza: Tutti i diritti riservati (All rights reserved)
Dimensione 3.56 MB
Formato Adobe PDF
3.56 MB Adobe PDF   Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11572/261135
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact