«Vicinanza della prova» e contratti d'impresa