Tracce, memorie e sintomi. La citazione tra filologia, letteratura e linguistica