Appunti sulla tentazione di una “neoscolastica romanistica” e sul recupero della comune tradizione giuridica occidentale nel campo del diritto delle successioni 'mortis causa'