La rotondità della sfera e l’economia della parola. Alcune considerazioni sulla brevità del racconto tra Borges e Cortázar