«Chi sei tu, incomprensibile spirito»: il profumo nella scrittura tedesca tra Otto e Novecento