Bartolomeo da Colle “vir doctissimus”: motivi per una riscoperta