L’irriverente gabinetto delle meraviglie: etnografi e naturalisti, mostri e animali, tra fantasia e realtà