Questo volume raccoglie gli interventi tenuti nel novembre 2014 dai partecipanti alle giornate di studio in onore di Luigi Ferrari Bravo, una delle più incisive e poliedriche personalità italiane di studioso del diritto internazionale degli ultimi cinquanta anni. Professore a Napoli, Mogadiscio, Bari e Roma; giurista-diplomatico, testimone diretto e a volte protagonista dei più importanti passaggi storici della seconda metà del XX secolo; e ancora giudice della Corte internazionale di giustizia, principale organo giurisdizionale dell’ONU, e poi della Corte europea dei diritti umani, a Strasburgo. In mezzo a queste diverse funzioni, mille diverse esperienze, dalle innumerevoli e varie missioni diplomatiche, alla Commissione del diritto internazionale, alla Presidenza di UNIDROIT, a complessi arbitrati e all’essere membro dell’Institut de droit international. Autore raffinato di alcune fondamentali opere di diritto internazionale, diritto internazionale privato e diritto dell’Unione Europea, tra i fondatori dell’Italian Yearbook of International Law, membro eminente fin dagli anni ’60 della Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale e ideatore della Società Italiana di Diritto Internazionale nonché suo primo Segretario Generale, e Capo del Servizio del Contenzioso diplomatico e dei trattati internazionali del Ministero degli Affari Esteri. Gli scritti qui raccolti, alcuni di carattere biografico, altri sui temi più di frequente trattati da Ferrari Bravo, contribuiscono a comprendere come e perché il diritto internazionale è (o meglio, può essere) una professione.

Luigi Ferrari Bravo: il diritto internazionale come professione / Nesi, Giuseppe; Gargiulo, Pietro. - ELETTRONICO. - 16:(2015). [10.15168/11572_128115]

Luigi Ferrari Bravo: il diritto internazionale come professione

Nesi, Giuseppe;
2015

Abstract

Questo volume raccoglie gli interventi tenuti nel novembre 2014 dai partecipanti alle giornate di studio in onore di Luigi Ferrari Bravo, una delle più incisive e poliedriche personalità italiane di studioso del diritto internazionale degli ultimi cinquanta anni. Professore a Napoli, Mogadiscio, Bari e Roma; giurista-diplomatico, testimone diretto e a volte protagonista dei più importanti passaggi storici della seconda metà del XX secolo; e ancora giudice della Corte internazionale di giustizia, principale organo giurisdizionale dell’ONU, e poi della Corte europea dei diritti umani, a Strasburgo. In mezzo a queste diverse funzioni, mille diverse esperienze, dalle innumerevoli e varie missioni diplomatiche, alla Commissione del diritto internazionale, alla Presidenza di UNIDROIT, a complessi arbitrati e all’essere membro dell’Institut de droit international. Autore raffinato di alcune fondamentali opere di diritto internazionale, diritto internazionale privato e diritto dell’Unione Europea, tra i fondatori dell’Italian Yearbook of International Law, membro eminente fin dagli anni ’60 della Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale e ideatore della Società Italiana di Diritto Internazionale nonché suo primo Segretario Generale, e Capo del Servizio del Contenzioso diplomatico e dei trattati internazionali del Ministero degli Affari Esteri. Gli scritti qui raccolti, alcuni di carattere biografico, altri sui temi più di frequente trattati da Ferrari Bravo, contribuiscono a comprendere come e perché il diritto internazionale è (o meglio, può essere) una professione.
Trento
Università degli studi di Trento
978-88-8443-649-8
Luigi Ferrari Bravo: il diritto internazionale come professione / Nesi, Giuseppe; Gargiulo, Pietro. - ELETTRONICO. - 16:(2015). [10.15168/11572_128115]
Nesi, Giuseppe; Gargiulo, Pietro
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
COLLANA QUADERNI VOLUME 16.pdf

accesso aperto

Tipologia: Versione editoriale (Publisher’s layout)
Licenza: Creative commons
Dimensione 4.67 MB
Formato Adobe PDF
4.67 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11572/128115
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact