Superfici dure e tartarughe profonde. Una dialettica per lo studio della cultura