La nascita come evento di libertà: Hannah Arendt