Un nuovo frammento italiano del Trecento: il Manoscritto M 50 della Biblioteca Michele Manganelli