Un'antica versione italiana dell'alba di Giraut de Borneil: con una nota paleografica di Antonio Ciaralli